Home > Selfie ad arte > Selfie ad arte Lucio Fontana @Pirelli Hangar Bicocca – Milano

Selfie ad arte Lucio Fontana @Pirelli Hangar Bicocca – Milano

#SELFIEADARTE “Traiettorie stellari”
@LucioFontana Fonti di energia, soffitto al neon per Italia 61
#Ambienti/Environments @PirelliHangarBicocca #Milano
@CleliaPatella
#SELFIEADARTE “Nessuno m’avvista”
@LucioFontana Ambiente spaziale, 1968
#Ambienti/Environments @PirelliHangarBicocca #Milano
@CleliaPatella
#SELFIEADARTE “Una splendida neonata”
@LucioFontana Ambiente spaziale con neon, 1967
#Ambienti/Environments @PirelliHangarBicocca #Milano
@CleliaPatella

La mostra “Ambienti/Environments”raccoglie per la prima volta, nello spazio delle Navate dell’Hangar Bicocca a Milano, 9 Ambienti spaziali e 2 interventi ambientali, realizzati da Lucio Fontana tra il 1949 e il 1968 per gallerie e musei italiani e internazionali. La mostra propone un corpus di opere, che mettono in rilievo la forza innovati va e precorritrice di un grande maestro del Novecento.
Uno tra gli artisti italiani più influenti del XX secolo e fondatore dello Spazialismo, gruppo artistico nato in Italia alla fine degli anni ’40. Nel corso della sua carriera ha investigato i concetti di spazio e luce, il vuoto e il cosmo e con il suo lavoro ha radicalmente trasformato la concezione tradizionale di pittura, scultura e spazio, superando la bidimensionalità della tela.
Gli Ambienti spaziali, stanze e corridoi concepiti e progettati dall’artista a partire dalla fine degli anni ’40 e quasi sempre distrutti al termine dell’esposizione, sono le opere più sperimentali e meno note di Fontana, proprio per la loro natura effimera. Alcuni degli ambienti esposti sono stati ricostruiti per la prima volta dalla scomparsa dell’artista grazie allo studio e alle ricerche della storica dell’arte Marina Pugliese e della restauratrice Barbara Ferriani e al contributo della Fondazione Lucio Fontana.
Il visitatore ha l’opportunità di osservare e fruire per la prima volta le opere meno conosciute di Fontana, di riscoprirne l’importanza storica e allo stesso tempo di coglierne la contemporaneità e la forza innovativa attraverso un allestimento inedito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi