Grande successo per le tre serate a Villa Massenzio dello spettacolo “Goethe back to Rome”, presenti tra il pubblico molti rappresentanti delle istituzioni culturali.

Del 10 al 12 giugno, nella spettacolare cornice di Villa Massenzio, in un’atmosfera di luci e colori si è svolto un evento unico nel suo genere. 

Johann Wolfgang Goethe, ritorna a Roma sotto forma di ologramma, e sfidando il mal tempo conquista il pubblico nella splendida location di Villa di Massenzio-Appia Antica. Nel pieno rispetto delle normative per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19, le tre serate dell’evento sono state sold out.

 Per il ritorno del grande poeta tedesco l’azione fisica della performance teatrale ha incontrato la magia immateriale degli effetti speciali.

Lo spettacolo nato dalla contaminazione di tante e diverse forme artistiche, ha permesso agli spettatori di vivere le emozioni del protagonista, fedelmente riprodotto dalla tecnologia dell’ologramma, durante il suo soggiorno a Roma narrato nel suo “Viaggio in Italia”.

Lo spettatore avvolto da atmosfere di altri tempi, ricreate grazie ai nuovi linguaggi dell’arte, si immerge completamente nella narrazione, vivendo le emozioni e i ricordi del protagonista. 

La tecnologia più avanzata si mette al servizio dell’arte e dello spettacolo. Sulle note di Mozart, Beethoven e Schubert teatro e tecnologia, personaggi reali e riproduzioni olografiche, interagiscono sul palco abbattendo le barriere temporali, per uno straordinario viaggio nel passato.

Il progetto, “Goethe back to Rome”, vincitore del bando della Regione Lazio “L’Impresa fa Cultura”, in questo tempo di grave crisi del settore culturale e turistico, duramente colpito dalla emergenza epidemiologica, ponendosi in un contesto di rilancio del settore, ha raggiunto il suo obiettivo primario.  Sfruttando le caratteristiche del territorio, i nuovi linguaggi dell’arte e l’uso di nuove tecnologie, si è posto come strumento di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale.

“La tecnologia e i nuovi linguaggi hanno dimostrato di essere all’altezza dell’imponente bagaglio culturale del Bel Paese e di poter contribuire a raccontare, diffondere e promuovere il nostro patrimonio artistico, valorizzando il territorio e la cultura – afferma soddisfatto Fabrizio Conti, Direttore Artistico dello spettacolo.

-“Goethe back to Rome” ha dimostrato di avere le potenzialità per diventare un progetto di interesse nazionale. Un format fortemente innovativo che può essere rappresentato in tutti i luoghi raggiunti dal grande poeta tedesco.  Il progetto si pone come un nuovo inizio, come una rinascita della cultura italiana ed internazionale. Partendo da Roma, città prediletta dal poeta, il viaggio prosegue, diventando uno spettacolo teatrale itinerante che ripercorre le principali tappe del Grand Tour di Goethe nella nostra penisola e non solo. La prima tappa è stata segnata, ed ora proseguiamo, ancor più motivati nel tentativo di creare uno strumento di diffusione del patrimonio culturale Europeo attraverso l’uso dei nuovi linguaggi –spiega Vanda Mastromanno, ideatrice del progetto.

Lo spettacolo prodotto da Omnia Servizi srl e Maxima Film srl, con la collaborazione di Artcloud Network srls è sostenuto dall’Unione Europea, dalla Regione Lazio e da Roma Culture

Per maggiori info potete visitare il sito https://www.goethebacktorome.it/spettacolo/

Ufficio stampa Artcloud Network 

Francesca Di Giampietro   [email protected]    mob. 3470759211 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi