Home > ARTE > Mostra Marilyn Monroe a Roma fino al 30 luglio a Palazzo degli Esami.

Mostra Marilyn Monroe a Roma fino al 30 luglio a Palazzo degli Esami.

 

“Imperdibile Marilyn” ancora per pochi giorni a Roma la mostra dedicata a Marilyn Monroe, celebre diva americana degli anni ’50 che con il suo charme ha fatto la storia del cinema internazionale.

Dal 17 maggio al 30 luglio Palazzo degli Esami sono esposti un centinaio di foto insieme a 300 oggetti, provenienti da collezioni internazionali, che raccontano dall’infanzia alla morte prematura (a 35 anni per overdose di barbiturici) la donna dietro l’icona, l’attrice, la manager, una delle star più amate e controverse di Hollywood, un mito fragile e una pioniera dell’emancipazione femminile. Il 1 giugno 2016 avrebbe compiuto 91 anni.

Vestiti, accessori, oggetti personali, articoli di bellezza, documenti, lettere, appunti su quaderni, contratti cinematografici, oggetti di scena e spezzoni di film, molti dei quali provenienti dalla sua casa di 5th Helena Drive in Brentwood, California, lasciati al suo maestro di recitazione e mentore Lee Strasberg.
Esposte anche le meravigliose fotografie della diva, quelle inedite e originali della stampa del tempo, e quelle scattate dai leggendari fotografi di Marilyn Monroe – Milton Greene, Alfred Eisenstaedt, George Barris e Bernt Stern – che la ritrasse poco prima della morte in un famoso servizio per Vogue (The last sitting. 1962).
Un percorso espositivo che vuole raccontare la storia e la quotidianità di Marilyn, al secolo Norma Jeane Mortenson, le sue fragilità e i suoi amori.
Un viaggio nell’ intimità dell’attrice e il suo mondo. A partire dalla tazzina dorata che le venne regalata da piccola, prima di essere abbandonata dalla madre e andare a vivere in una casa famiglia, per giungere ai suoi abiti, alcuni di scena come il noto vestito bianco che lo stilista Travilla ha disegnato per Quando la moglie va in vacanza (1955). Indimenticabile la scena con l’abito che si solleva da terra per il getto d’aria che fuoriesce da una grata, uno scandalo per l’epoca. Ed ancora i suoi cardigan e pantaloni alla zuava preferiti, così come gli occhiali da sole, i suoi accessori per capelli e le sue iconiche ciglia finte, il suo profumo preferito, lo Chanel n.5, la vestaglia in seta che sfoggiava durante le interviste, gli appunti d’amore di Arthur Miller, la porta della casa a Los Angeles, le sue meravigliose scarpe in satin del ’55, copioni, appunti e targhe vinte. E se il mondo la vedeva come il sex symbol americano per eccellenza, Marylin era una donna indipendente che rifuggiva gli stereotipi. Lo conferma il suo breve matrimonio (solo 9 mesi) con il campione di baseball Joe Di Maggio: si lasciarono perché lui la voleva allontanare dal cinema.
E ancora il secondo matrimonio con lo scrittore Arthur Miller.
Alcuni dei pezzi in mostra sono esposti per la prima volta come il biglietto Love Note scritto di pugno dallo stesso Miller, all’attrice per proporle di sposarlo: «Sono seduto… il mio cuore brucia d’amore per te. Voglio sposati nel giorno del mio 41° compleanno: 17 ottobre 1956». Il loro matrimonio durò cinque anni.
Grazie a Bulgari è esposto il Premio David di Donatello (targa d’oro) che Marilyn ricevette nel 1959 dalle mani di Anna Magnani nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a New York. In quell’occasione le due dive si incontrarono per la prima volta.

La rassegna vuole far emergere un lato meno noto della diva: «Unica, indimenticabile, insuperabile, meravigliosa, fragile, creatura eterea, mito cinematografico, immaginario femminile per eccellenza», così il regista Giuliano Montaldo descrive Marylin Monroe. Dalla mostra viene fuori l’immagine dell’attrice controversa e il personaggio che è diventato ma anche il carattere autonomo, pragmatico, fragile e anticonformista della donna più famosa di Hollywood.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi