Home > ARTE > Milano Biblioteca Sormani, in mostra le Carte di Giancarlo Vigorelli: un dialogo con il Novecento Italiano

Milano Biblioteca Sormani, in mostra le Carte di Giancarlo Vigorelli: un dialogo con il Novecento Italiano

 

Milano, 11 marzo 2018 – Fino al 5 maggio 2018, negli spazi espositivi della Biblioteca Sormani, una mostra storico-documentaria racconta la vita e l’attività giornalistica e letteraria di Giancarlo Vigorelli (1913-2005), critico milanese, scrittore, giornalista, presidente del Centro Nazionale Studi Manzoniani e intellettuale di spicco dello scenario culturale del Novecento.

La mostra, a cura di Giuseppe Langella, attinge al fondo Vigorelli che la Biblioteca Sormani ha acquisito nelle proprie raccolte e mette in luce il ruolo di Giancarlo Vigorelli quale mediatore interculturale in ambito europeo e protagonista del dialogo culturale tra Novecento italiano ed Europa. Per questo é una tappa importante del percorso idealmente tracciato in città dal palinsesto “Novecento Italiano”, palinsesto del Comune d Milano

L’attività critica e giornalistica di Vigorelli è raccontata attraverso lettere di Bo, Montale, Quasimodo, Saba, Gadda, Sereni, Sciascia, Calvino, Vittorini, Pasolini, Moravia, Magris; e articoli tratti dalle più importanti riviste letterarie italiane, dal «Frontespizio» a «Letteratura», da «Corrente» a «Campo di Marte», da «Prospettive» a «Primato», con cui Vigorelli ha collaborato.

Interessato a tutti gli aspetti della cultura del suo tempo, negli anni Cinquanta e Sessanta Vigorelli ha lavorato anche nel mondo del cinema e del teatro frequentando registi e attori, come testimoniano le immagini e le lettere ricevute da Gassman, Strehler, Zavattini. Una sezione è dedicata al suo rapporto con gli artisti, documentato attraverso gli articoli di critica d’arte sulle riviste letterarie, i contributi su cataloghi di mostre, lettere autografe e opere di Sassu, Ligabue, Mattioli, Astarita, Gentilini, Vedova, Guttuso e altri.

Spirito anticonformista, Vigorelli ha sempre avuto una spiccata simpatia per gli intellettuali scomodi e fuori dagli schemi, come Bontempelli o Malaparte. Non per nulla è stato molto vicino anche a Pasolini, al quale è dedicata un’apposita sezione della mostra.

 

“Brama di Vita e di Letteratura. Giancarlo Vigorelli nel clima culturale del Novecento”

29 febbraio_5 maggio 2018

Orari: Lunedì_Venerdì, ore 15.00_19.00

Sabato 9.00_12.30 (chiuso domenica e festivi)

Ingresso libero

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi