ARTCITY: L’ESTATE A ROMA TRA ARTE,MUSICA E TEATRO.

A Roma l’Estate e’ ARTCITY. Mostre, eventi arte, musica e teatro una serie di iniziative speciali animano l’estate romana ed accompagnano i turisti e i cittadini attraverso le bellezze della citta’ e la sua periferia.
Annullare le barriere e le distanze fra “centro” e “periferia”, spalancare le porte dei del musei, distruggerne i confini allargando ulteriormente la visuale sull’arte e sulla cultura: tutto questo e’ ARTCITY.
ARTCITY e’ un progetto organico di iniziative culturali realizzato dal Polo Museale del Lazio per promuovere e valorizzare tutti i luoghi del territorio di Roma e dintorni.

Il progetto nasce dalla volonta’ di offrire un programma di ampio respiro, con al centro i musei dello Stato.
Più di 100 le iniziative che copriranno l’estate, dal 20 maggio al 21 settembre, tra arte, architettura, letteratura, musica, teatro, danza e audiovisivo, modulati per soddisfare gusti e livelli di fruizione diversi. Ben 43 i luoghi interessati.
Partendo da Palazzo Venezia con un’installazione di Luca Brinchi e Daniele Spanò, i percorso si snoda attraverso la mostra al Vittoriano su Anna Magnani a cura di Mario Sesti, la rassegna dei suoi film e quella dei documentari selezionati da Giuliano Montaldo, fino a Il palazzo del tempo di Daniele Ciprì sulla storia centenaria di Palazzo Venezia.

L’arte e l’architettura sono le protagoniste nella mostra internazionale su Giorgione da Castelfranco, allestita tra Palazzo Venezia e Castel Sant’Angelo, e nelle due serie di dialoghi con i grandi architetti contemporanei, “Il nuovo nell’antico” e “Con gli occhi delle donne”.
La letteratura vede Anna Maria Belardinelli coordinare
un progetto di traduzione e messa in scena di Aristofane portato avanti dagli studenti di “Sapienza” Università di Roma, Paolo Rumiz raccontare la ‘sua’ via Appia in compagnia di ottanta giovani talenti della European Spirit of Youth Orchestra e alcuni fra i più noti autori contemporanei rivivere la vicenda di Castel Sant’Angelo e dei suoi protagonisti in due cicli di incontri a cura di Antonio Audino.
Le arti performative– musica, teatro e danza – dominano l’intera rassegna Il giardino ritrovato a Palazzo Venezia, lo spettacolo del Balletto di Roma diretto da Roberto Casarotto, le visite animate della Compagnia Ortaet e le rassegne Sere d’Arte a Castel Sant’Angelo, Musica al Vittoriano a cura di Ernesto Assante e ancora Stanze al Museo Boncompagni Ludovisi e In musica che mette al centro nove prestigiosi luoghi d’arte del Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *