Home > ARTE > A Castelnuovo la prima edizione del Festival dell’Umanità: tradizioni, cultura ed arte da tutto il mondo

A Castelnuovo la prima edizione del Festival dell’Umanità: tradizioni, cultura ed arte da tutto il mondo

 Il Festival dell’Umanità porta nelle piazze, nelle vie del borgo e nelle splendide sale del Palazzo Ducale di Rocca Colonna mostre, spettacoli teatrali, performance musicali delle diverse culture del mondo.

Dedicato a Paolo Dieci
punto di riferimento per la cooperazione internazionale,
vittima del disastro aereo in Etiopia dello scorso 10 marzo

 

Arriva a Castelnuovo di Porto il 23, 24 e 25 maggio il Primo Festival dell’Umanità dedicato alla riflessione sul tema dell’attuale modello di sviluppo sulla Terra, non solo sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale, economica e sociale, ma soprattutto dal punto di vista della CONDIZIONE UMANA.

Castelnuovo di Porto, graziosa cittadina sulla via Flaminia alle porte di Roma, aprirà il suo centro storico, dedicando le sue piazze ai 5 continenti, e creando un percorso in cui sarà possibile avvicinarsi alle diverse culture che popolano il nostro Pianeta, attraverso attività ludiche, giochi e cibo delle varie tradizioni.

Nei tre giorni del festival diverse le attività che coinvolgeranno adulti e bambini, visite guidate, workshop, laboratori didattici, spettacoli teatrali e musicali, incontri e dibattiti.

All’ interno del Palazzo Ducale Rocca Colonna, verrà allestita la Mostra dal CNR “I Confini dell’Universo: Artide e Antartide, Logistica e Scienza”, e verranno organizzate visite guidate per gli studenti ed incontri divulgativi con i ricercatori del CNR.

 

 

Sempre presso la Rocca sarà esposta in maniera permanente :

La mostra delle Arti e dei Mestieri Castelnuovesi, allestita dagli ex ospiti del CARA di Castelnuovo di Porto a cura del Professore Moussa Aziz Abdayem;

Il Video “Mare Amarum” del regista Philippe Fontana e del fotografo/videographer Stefano De Luigi;

Il video “Italiani per Costituzione” di Simona Filippini e Matteo Antonelli;

Il Video “42 Gradi Nord/12 Gradi Est” di Simona Filippini e Elisabetta Portoghese (Architetto, direttore artistico del festival Castelnuovo Fotografia);

Mostra fotografica “I cieli dell’Islam” di Enrico Abenavoli;

Video “Spazio Pubblico”della Biennale dello Spazio Pubblico;

“Foto del Libro degli Ulivi”di Andrea Falzini, foto di Betlemme;

Mostra dedicata a Maria Lai” degli alunni di 5a e 5b dell’Istituto “G.Pitocco”;

Mostra fotografica “La cooperazione in Sudan”;

Video progetto “CinemArena”;

Mostra Fotografica “South Etruria Survey”, il paesaggio archeologico di

J Ward Perkins a cura di Elisabetta Portoghese.

 

Nel pomeriggio del 23 sempre all’interno della Rocca si potrà assistere ad un dibattito con Alan Ehsani, autore del libro “Stanotte guardiamo le stelle”, con Eraldo Affinatipresidente dell’Associazione Penny Wirtone con Claudio Puoti, dottore in missione sulla nave della Marina Militare italiana impegnata nell’operazione dell’Unione europea EunavForMed Sophia contro il traffico di esseri umani nel Mediterraneo.

In Piazza V.Veneto  lo spettacolo “Piazza: paura, discriminazione e…” del gruppo di Teatro di Civico Zero, progetto finanziato da Save the children

Il giorno successivo presso il “Grottino”in Piazza Cavour, seguirà un

WORKSHOP esperenziale con i “Giochi del teatro” a cura di Paolo D’Isanto e Pascal La Delfa Accademia Nazionale Arte e Teatro nel Sociale.

Ed infine nel pomeriggio di sabato, la

FESTA DEI COLORI, in Piazza Marconi. Evento ispirato ad una delle più importanti ricorrenze indiane legate alla religione induista che si celebra in primavera. La particolarità della manifestazione riguarda l’usanza di lanciarsi a vicenda polveri colorate e arcobaleni, un mix il cui risultato è ritrovarsi il corpo completamente dipinto. La festa dei colori racchiude diversi significati, primo tra tutto quello di rinascita, buon auspicio, ma soprattutto dell’amore universale e della fratellanza.

La musica delle diverse tradizioni, sarà il filo conduttore tra le varie piazze ed i vari continenti , la musica che supera i confini unisce ed allieta.

Obiettivo del Festival è affrontare le strategie per la sostenibilità fissate nell’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile approvata dalle Nazioni Unite il 25 settembre 2015, a cui anche l’Italia è chiamata a concorrere, con un approccio che riparta dal nostro tratto comune di uomini, quale presupposto universale che identifica ognuno di noi, ci rende simili, assomiglianti, vicini, solidali, uniti. Insomma umani.

Tre in particolare i punti dell’Agenda Globale al centro del Festival:
1. Ridurre le disuguaglianze economiche globali
2. Combattere il cambiamento climatico e il suo impatto
3. Promuovere società pacifiche e più inclusive

Su questi tre punti interverranno diversi esperti rappresentanti delle ONG, delle autorità locali e personaggi politici.

Gli Enti Locali devono dare il proprio contributo in termini di idee e di azione, stimolando la partecipazione della rete dell’associazionismo territoriale, della società civile, del volontariato e delle scuole e della politica in senso ampio. Castelnuovo di Portoè impegnato a fare la sua parte”  afferma Riccardo Travaglini – Sindaco di Castelnuovo di Porto.

 

PROGRAMMA

 

GIOVEDI 23 MAGGIO 2019
Ridurre le disuguaglianze economiche globali

Obiettivi n.10 e n. 17 Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile


MATTINA
ore 09:30 Piazza Vittorio Veneto
: accoglienza gruppi  Scuola Primaria

Ore 10.00-13.00 Borgo Medievale:

1° parte: Il Giro del mondo in 60 minuti
Visite guidate per gli studenti all’interno del Centro storico di Castelnuovo di Porto trasformato in un piccolo mondo con piazze rappresentative dei diversi continenti. Ogni Paese, simboleggiante di ogni continente, proporrà spettacoli, giochi e laboratori e attività di promozione della propria cultura locale. Le visite guidate sono a cura del Progetto Europeo Rete Migrantour e del Progetto Ambasciatori del Territorio di Castelnuovo di Porto.

 

2° parte: “I Confini dell’Universo: Artide e Antartide, Logistica e Scienza” Mostra allestita dal CNR presso il Palazzo Ducale Rocca Colonna.

Visite guidate per gli studenti ed incontro divulgativo con i ricercatori del CNR

POMERIGGIO

Ore 16:30 – Piazza della Castelluzza
Tavola Rotonda
“Povertà e disuguaglianza internazionale. Rafforzare il partenariato per la  cooperazione allo sviluppo sostenibile: il ruolo degli Enti Locali e il valore delle esperienze territoriali.”
Per avere successo, l’Agenda 2030 dell’ONU richiede collaborazione tra governi, settore privato e società civile. Queste cooperazioni inclusive, costruite su principi e valori, su una visione comune e su obiettivi condivisi, che mettano al centro le persone e il pianeta, sono necessarie a livello globale, regionale, nazionale e locale.


Introducono
:
Riccardo Travaglini, Sindaco di Castelnuovo di Porto

e Maura Viezzoli, Vice Presidente del CISP Maura Viezzoli.
Intervengono:
Simonetta Paganini- ANCI, responsabile dell’ufficio cooperazione;

Esterino Montino- Sindaco del Comune di Fiumicino;
Il Consorzio Intercomunale Socio-Sanitario della Valle del Tevere;
Silvia Stilli-AOI – Associazione ONG Italiane,Portavoce;
Giordana Francia- LINK 2007 – Cooperazione in Rete, Coordinatrice;
Andrea Iacomini- UNICEF- Portavoce Unicef Italia;
Raffaela Milano- Save the Children, Direttore Programmi Italia-Europa;
Rossella Miccio- Emergency, Presidente;
Esperienze locali:

Alessia Lupino- AVIS Comunale, Presidente;

Roberta Cicciola- Volontari del Soccorso-Onlus-Castelnuovo di Porto, Presidente;  Carolina Garrow- Il Faro, Presidente.
Modera: Ruggero Po, giornalista RAI.

Ore 17.00 – 18.00 WORKSHOP esperenziale con i “giochi del teatro” a cura di Paolo D’Isanto e Pascal La Delfa Accademia Nazionale Arte e Teatro nel Sociale. Presso il “Grottino”, Piazza Cavour.

Ore 18.00  

“La Musica supera i confini”Performance musicali nel borgo

Spettacolo in Piazza V.Veneto “Piazza: paura, discriminazione e…” del gruppo di Teatro di Civico Zero

Ore 20.00Apertura degli stand gastronomici con cucina multietnica nelle piazze del centro storico

Ore 21:00Spettacolo Musica Cubana in Piazza Vittorio Veneto

 

VENERDI 24 MAGGIO
I cambiamenti climatici e le loro conseguenze
Obiettivo 13 Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile

 

MATTINA
ore 09:30 Piazza Vittorio Veneto
: accoglienza gruppi Scuola Secondaria

Ore 10.00-13.00, Borgo Medievale:

1° parte: Il Giro del mondo in 60 minuti
Visite guidate per gli studenti all’interno del Centro storico di Castelnuovo di Porto trasformato in un piccolo mondo con piazze rappresentative dei diversi continenti. Ogni Paese, simboleggiante di ogni continente, proporrà spettacoli, giochi e laboratori e attività di promozione della propria cultura locale. Le visite guidate sono a cura del Progetto Europeo Rete Migrantour e del Progetto Ambasciatori del Territorio di Castelnuovo di Porto.

2° parte: “I Confini dell’Universo: Artide e Antartide, Logistica e Scienza” Mostra allestita dal CNR presso il Palazzo Ducale Rocca Colonna.
Visite guidate per gli studenti ed incontro divulgativo con i ricercatori del CNR

 

3° parte
Incontri/dibattito con Alan Ehsani, autore del libro “Stanotte guardiamo le stelle”, con Eraldo Affinatipresidente dell’Associazione Penny Wirtone con Claudio Puoti, dottore in missione sulla nave della Marina Militare italiana impegnata nell’operazione dell’Unione europea EunavForMed Sophia contro il traffico di esseri umani nel Mediterraneo

 

POMERIGGIO

Ore 16.30 Piazza della CastelluzzaTavola Rotonda
“Gli effetti del cambiamento climatico. Il futuro che vogliamo”

Introduce: Riccardo Travaglini, Sindaco di Castelnuovo di Porto  Intervengono:
Legambiente
Desirée A.L. Quagliarotti- CNR, ricercatore dell’Istituto di Studio Sulle Società del Mediterraneo (CNR ISSM)
Gianfranco Bologna- WWF, Direttore scientifico *

Ornella Pistolesi- Zero Waste Lazio, Referente Provinciale
Claudio Puoti, dottore in missione sulla nave della Marina Militare italiana impegnata nell’operazione dell’Unione europea EunavForMed Sophia

contro il traffico di esseri umani nel Mediterraneo

Sonia Giovannetti, scrittrice Castelnuovese

Modera: Marino Bisso, giornalista “La Repubblica”.

E’ previsto un collegamento via SKYPE con la base Artica “Dirigibile Italia”di Ny-Alesund nelle Isole Svalbard, in Norvegia, per un filo diretto con i ricercatori italiani del CNR impegnati nella rilevazione dei segnali di cambiamento dei fenomeni climatici globali.
La base si trova nel punto dal quale 90 anni fa partì il velivolo del comandante Umberto Nobile, al quale è intitolata la stazione di ricerca per la sua missione nel Polo Nord
.

 

 

 

Ore 18.00 “La Musica supera i confini”Performance musicali

Ore 18.00 in Piazza Vittorio Veneto “Concerto della Banda Comunale R. Pomili”

Ore 20.00Apertura degli stand gastronomici con cucina multietnica nelle piazze del centro storico

Ore 21:00Spettacolo in Piazza Vittorio Veneto

SABATO 25 MAGGIO 
Integrazione: accoglienza e inclusione nell’Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile.
Promuovere società pacifiche e più inclusive.
Obiettivo 16 Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile
(Giornata organizzata nell’ambito del Festival della Sostenibilità dell’ASVIS
)


MATTINA

Ore 10.00 Tavola Rotonda dedicata al tema “INCONTRI”

Intervengono:
Biennale dello Spazio Pubblico
(L’aspirazione alla piena realizzazione umana non è possibile al di fuori dello spazio comune. Differenze e antagonismi culturali, sociali, etnici debbono convivere, esprimere un vincolo comune dotato di senso, promuovere un immaginario positivo dello stare insieme che rispetti le differenze ma sia capace di rafforzarsi continuamente attraverso l’azione comune. Costruire i nuovi luoghi della sfera pubblica è la sfida del futuro).

Associazione Carta di Roma – Presentazione dati dell’Osservatorio Carta di Roma sulla corretta e responsabile comunicazione dei temi legati all’immigrazione, al diritto d’asilo e alle minoranze.

Istituto Comprensivo “G.Pitocco” – Presentazione progetto “Cittadinanza globale”

POMERIGGIO

15:00 – 15.45. Sala Cento Passi

Proiezioni video del progetto “Redemption song: Maximizing the gains of migration and minimizing its social costs in West Africa”, realizzato da LINK 2007 con l’obiettivo di informare e sensibilizzare le popolazioni locali sulla realtà e sugli effetti della migrazione.

 

16.00 – 18.00. Sala Cento Passi

Circoli di Empatia a cura Maria Emanuela Galanti, focusing trainer ed esperta di laboratori di ascolto volti a rafforzare i legami di cittadinanza, il rispetto reciproco, l’intelligenza collettiva e al miglioramento del rapporto tra cittadinanza e istituzioni. (Prenotazione obbligatoria).

 

Ore 18.00  “La Musica supera i confini”Performance musicali

Ore 18.30 FESTA DEI COLORI, Piazza Marconi

Ispirata ad una delle più importanti ricorrenze indiane legate alla religione induista che si celebra in primavera. La particolarità della manifestazione riguarda l’usanza di lanciarsi a vicenda polveri colorate e arcobaleni, un mix il cui risultato è ritrovarsi il corpo completamente dipinto. La festa dei colori racchiude diversi significati, primo tra tutto quello di rinascita, buon auspicio, ma soprattutto dell’amore universale e della fratellanza.

 

Ore 20.00Apertura degli stand gastronomici con cucina multietnica nelle piazze del centro storico

Ore 21.00 Concerto in Piazza Vittorio Veneto“ARTALE AFRO PERCUSSION BAND”

Installazione collettiva itinerante “Arca Collective”presso il “Grottino” Piazza Cavour per la giornata del Sabato 25.

 

 

****************

 

Presso il Palazzo Ducale Rocca Colonna sarà inoltre esposto in maniera permanente

La mostra delle Arti e dei Mestieri Castelnuovesi, allestita dagli ex ospiti del CARA di Castelnuovo di Porto a cura del Professore Moussa Aziz Abdayem;

La mostra “Dai ghiacci polari verso i confini dell’universo” Artide e Antardide a cura del CNR Roma;

Il Video “Mare Amarum” del regista Philippe Fontana e del fotografo/videographer Stefano De Luigi;

Il video “Italiani per Costituzione” di Simona Filippini e Matteo Antonelli;

Il Video “42 Gradi Nord/12 Gradi Est” di Simona Filippini e Elisabetta Portoghese (Architetto, direttore artistico del festival Castelnuovo Fotografia);

Mostra fotografica “I cieli dell’Islam” di Enrico Abenavoli;

Video “Spazio Pubblico”della Biennale dello Spazio Pubblico;

“Foto del Libro degli Ulivi”di Andrea Falzini, foto di Betlemme;

Mostra dedicata a Maria Lai” degli alunni di 5a e 5b dell’Istituto “G.Pitocco”;

Mostra fotografica “La cooperazione in Sudan”;

Video progetto “CinemArena”;

Mostra Fotografica “South Etruria Survey”, il paesaggio archeologico di J Ward Perkins a cura di Elisabetta Portoghese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi